Antonello Folco Biagini, Storia della Turchia contemporanea, Bompiani





Nata alla fine della Prima Guerra Mondiale con la dissoluzione dell'Impero Ottomano, la Repubblica turca, nel secondo dopoguerra, con la guerra fredda e la contrapposizione Est-Ovest, diviene uno stato fondamentale nel sistema della sicurezza della NATO sia a fronte dell'Asia sovietica sia a fronte dell'instabilità politica del Medio Oriente. Con la fine del sistema bipolare si è aperta per il paese una nuova fase politica, caratterizzata dall'avviamento del processo d'ingresso nell'Unione Europea, da molte tensioni interne collegate al fondamentalismo islamico e dal ritorno del tradizionalismo. Questa nuova edizione aggiornata fino al referendum politico della primavera 2017 ripercorre la storia contemporanea di un Paese da sempre punto di contatto tra due mondi e due civiltà, da Ataturk fino a Erdogan, due figure apparentemente antitetiche eppur eugualmente cruciali per capire la Turchia odierna e tanti dei problemi che la contemporaneità si trova ad affrontare.


Antonello Folco Biagini

Nato a Foligno nel 1945. Storia dell'Europa Orientale, ha insegnato nelle università di Perugia, Messina, Roma La Sapienza. Insignito di numerose onorificenze nazionali e internazionali, ha ricevuto la laurea honoris causa dell'università di Szeged (Ungheria) e da quella di Targu Mures (Romania). Svolge un'intensa attività di promozione interculturale volta all'integrazione e alla cooperazione tra Paesi.
Per Bompiani ha curato i volumi Storia dell'Albania, Storia della Romania contemporanea e Storia dell'Ungheria contemporanea, tradotti in varie lingue.

Accordi internazionali di scambio docenti e studenti

Il giorno 19 aprile il Cemas ha preso parte all’incontro bilaterale per la firma degli accordi di scambio docenti e studenti con l’Università Russa per l’Amicizia dei Popoli (RUDN). Nell'ambito dei Global and Political Studies gli accordi sono stati siglati, oltre che dal Cemas, dalla preside della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Scienze della Comunicazione prof.ssa Raffaella Messinetti, insieme all’omologo russo prof. Vladimir Tsvyk (preside della facoltà di Humanities and Social Sciences). La delegazione russa era guidata dal capo delle relazioni internazionali della RUDN prof. Evgeny Martinenko, che ha siglato con la prof. Luisa Avitabile, direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche, Economiche Filosofiche, il protocollo di scambio per ricerche in ambito giuridico. Hanno inoltre partecipato all’incontro i professori della facoltà di Ecology Nadezda Kozlova (direttore del RUDN Institute di Sochi), Anna Kozlova, Ivan Sochi. Per la Sapienza erano presenti il prorettore alle relazioni internazionali prof. Bruno Botta, il consigliere agli affari generali prof. Antonello Folco Biagini, i capi settore dell’Area relazioni internazionali dott.ssa Graziella Gaglione e dott. Giovanni Maria Vianello. Gli ambiti di studio delle scienze sociali, giuridiche, dell’ambiente saranno i settori principali di cooperazione interuniversitaria tra la Sapienza e una delle principali università russe di proiezione internazionale, come la RUDN Università per l’Amicizia dei Popoli.

A 168 anni dalla Repubblica Romana. Gli studenti incontrano il Risorgimento


Mercoledì 5 aprile 2017 l’aula degli Organi Collegiali, Palazzo del Rettorato della Sapienza Università di Roma ospiterà il seminario A 168 anni dalla Repubblica Romana. Gli studenti incontrano il Risorgimento.

L’evento, organizzato dal Comitato di Roma dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e dalla Fondazione Roma Sapienza, ha lo scopo di favorire l’approccio degli studenti delle scuole superiori alle tematiche risorgimentali.

Saranno presente le classi dell’Istituto G. Vallauri di Velletri.

Scarica la brochure
 
Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

 
 
 

L'economia come scienza morale - lectio a cura della prof.ssa Maria Cristina Marcuzzo

Martedì 7 febbraio alle ore 17.00 la Fondazione Roma Sapienza promuove la lectio “L'economia come scienza morale” a cura della prof.ssa Maria Cristina Marcuzzo. L’evento si svolgerà presso l’aula multimediale all’interno del palazzo del Rettorato.
L'economia è una disciplina posta tra due crinali: la scienza dei fenomeni fisici, osservabili  e quantificabili, e lo studio degli eventi umani che si presentano in un contesto da ricostruire e interpretare; mentre la maggior parte degli economisti cerca sicurezza del metodo scientifico, ad altri appare invece falsa e vana la ricerca dell'assimilazione con le scienze fisiche. Diversamente dalle scienze esatte, dove esiste la riproducibilità dell'esperimento e le spiegazioni hanno un alto valore predittivo, l'economia è un ambito (di analisi e di azione) in cui il ruolo del soggetto - con i suoi valori e i suoi comportamenti- è determinante. E' quindi una scienza morale, dove cioè l'intenzionalità e il giudizio prendono il posto del determinismo delle leggi naturali. Userò gli argomenti di due illustri "conoscitori" della materia, un grande economista, John Maynard Keynes, e un abilissimo finanziere, George Soros, per illustrare questa tesi.



Martedì, 7 Febbraio, 2017 - 17:00
Aula Multimediale
Palazzo del Rettorato
Sapienza Università di Roma
Piazzale Aldo Moro 5

Translate